IamNotFreud
Paolo Assandri
0  /  100
keyboard_arrow_up
keyboard_arrow_down
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right
  • Esercizi

"Body Talk": migliora il rapporto con il tuo corpo

Vi propongo un esercizio estremamente semplice che vi aiuterà a migliorare il rapporto con il vostro corpo e con la vostra immagine.

 

 

Munitevi di carta e penna e scegliete uno spazio dove siete soli e indisturbati e dove potrete muovere in sicurezza. Portate con voi il vostro cellulare o qualsiasi apparecchio con cui ascoltare musica. Se non potete sentire la musica tramite gli altoparlanti, usate le vostre cuffie.

Scegliete una canzone che vi metta energia, che generi sentimenti piacevoli e che vi faccia sentire vivi. È una canzone che parla di libertà? Di fuga? Di forza d’animo? Indipendentemente dalle parole del testo, scegliete comunque una canzone che vi faccia sentire bene e che vi energizzi.

Potete ballare o stare fermi. Non è necessario che vi muoviate.

Se scegliete di non muovervi o se per qualche motivo siete impossibilitati a farlo, sedetevi (o sdraiatevi) e osservate come le vibrazioni della musica risuonano nel vostro corpo. Osservate come reagiscono i vostri muscoli, il cuore, i polmoni, i vostri organi interni mentre ascoltate la musica.

Se scegliete di muovervi con la musica, provate ad usare il vostro corpo in un modo che sia piacevole per voi: qualsiasi movimento è lecito! Non muovetevi con l’intenzione di impressionare nessuno: muovetevi o ballate solo per voi stessi!

Datevi il permesso di sentire il vostro corpo e di assaporare il piacere che genera il suo movimento. 

Una volta finita la canzone, sedetevi e fate qualche respiro con l’intenzione di connettervi profondamente con il vostro corpo.

Ora prendete carta e penna e fatevi questa domanda: “Se il mio corpo potesse parlarmi ora, cosa mi direbbe?” e scrivete qualsiasi cosa emerga. Non censurate idee o pensieri: qualsiasi cosa affiorerà andrà bene per voi. Vi renderete conto che il vostro corpo ha molto più da dirvi di quanto pensiate.

Finite l’esercizio facendo qualche respirazione e ringraziate il vostro corpo per avervi aiutato a portare a termine questo esercizio. Senza di esso non sarebbe stato possibile.

“Perdere fiducia nel proprio corpo significa perdere fiducia in se stessi”

Simone De Beauvoir

Autore: Paolo Assandri è un Counselling Psychologist (registrato presso HCPC e British Psychological Association ), uno Psychotherapist (UKCP) e uno Psicologo (Ordine degli Psicologi del Piemonte). Vive e lavora a Londra dove offre counselling e psicoterapia.

Nota degli Autori: Questo esercizio non si intende come sostituto di alcuna terapia medica e/o psicologica. Il suo obiettivo è quello di migliorare la percezione di benessere individuale. Qualora sentiste la necessità di supporto medico e/o psicologico, rivolgetevi ad un professionista sanitario. Gli autori, i produttori e i consulenti impegnati nella realizzazione di questo articolo non sono responsabili delle scelte e delle azioni dei lettori avvenute durante o in seguito all'esecuzione di questo esercizio.

.